Analnatrac utvasbeethod dokiel dienvè: perchè WordPress e mago Merlino vanno d’accordo, magia di Exalibur di Borman – parte one

web developer Umbria

Certo tradurre la citazione correttamente in italiano in “Anál nathrach, orth’ bháis’s bethad, do chél dénmha” non è facile come mostra anche il video all’ indirizzo https://youtu.be/_4I_zbi3Sak ma il succo è che il film Exalibur di Borman del 1981 rimane uno dei più suggestivi della storia del cinema: https://it.wikipedia.org/wiki/Excalibur_(film). Ecco perchè con WordPress ci accingiamo a esaltare i contenuti di questa pellicola che esalta i cicli storici di Vico, con la spada magica che si inabissa per poter risorgere ogni volta dalle nefandezze generate dagli uomini. Quindi non ci resta che armarci e partire tenendo conto che il progetto è una esercitazione pratica suggerita dall’ interessante sito didattico https://devacademy.it/ che è un ottimo strumento per migliorare le proprie tecniche di sviluppo in ambito sviluppo web. L’idea è molto semplice: quella di trasformare un sito statico con un tema scaricabile free download in rete come il Sydney, indirizzo https://athemes.com/theme/sydney/#athemes-free-download in qualcosa di dinamico che possa funzionare come template grafico per tutte le necessità offerte dal CMS più famoso del mondo (https://it.wordpress.com/ e https://it.wikipedia.org/wiki/WordPress) . Come procedere quindi? Come editor di testo utilizzeremo Visual Studio Code, download all’ indirizzo https://code.visualstudio.com/, dovre avremo necessità di installare particolari estensioni per facilitarci il lavoro. Poi abbiamo bisogno di un web server per lavorare in locale, ce ne sono molti tipo MANP o XAMPP e Easy php, vedere indirizzi https://www.apachefriends.org/it/index.html e https://www.mamp.info/en/windows/ e anche https://www.easyphp.org/, ma questa volta daremo un occhiata al progetto https://laragon.org/ che ha funzionalità semplici con il vantaggio della portabilità anche di esportazione di progetti su chiavetta USB. Poi abbiamo bisogno di plug-in tematici come Timber che utilizza un motore scripting Twig per separare la logica di presentazione da quella di programmazione, perchè sappiamo che tutti i contenuti di un cms blog come wordpress ciclano dinamicamente in continuazione, siano essi categorie, post o voci di menù, quindi andremo a scaricare https://it.wordpress.org/plugins/timber-library/ e https://twig.symfony.com/ .Infine per creare campi personalizzati all’ interno della pagina poi etichettabili per la visualizzazione dinamica a video usiamo https://www.advancedcustomfields.com/ come proposto da dev academy. A questo punto gli ingredienti per la ricetta ci sono tutti, occorre solo amalgamare il tutto per sfornare il dolce. Adesso che siamo equipaggiati seguiamo una delle frasi celebri di Artù nel film che ci accingiamo a consacrare: “preparatevi a combattere, cavalcherete di nuovo col vostro re” , che detto in altro modo significa: installate sulla vostra macchina tutto ciò che vi necessità per raggiungere l’obiettivo fissato all’ inizio che è quello di trasformare un sito tematico Sidney in un template dinamico per wordpress. Attenti! Se pensevate di mettere in piedi un Excalibur – WordPress Theme dovete sapere che siete sulla cattiva strada, in quanto tutto quello che vi frulla per la testa è stato quasi tutto sondato! E’ difficile il mestiere dell’ innovatore. Si proceda quindi a mescolare la farina, pardon a installare https://laragon.org/ . A questo punto bisogna anche prendere un pò di familiarità con Timber e il template engine Twig e il suo sistema per ciclare i contenuti con le graffe, il suo modo di filtrare i dati e applicare le funzioni, contassegnare dei blocchi per l’inclusione, istruire le condizioni ef-else, applicare insomma una sintessa particolare per ogni situazione tipo commentare un blocco di codice. Serve anche simulare il template come file system con Timber bootstrap come struttura di file facilmente recuperabile per visione di struttura su github previa facile ricerca. Il plug-in https://www.advancedcustomfields.com/ ci serve per creare una serie di campi personalizzati che dovranno essere poi legati al contenuto degli articolo e al modo in cui Timber attraverso il suo engine che esegue i comandi va poi ad incorporare i contenuti di una pagina, piuttosto di un blog o altro. Dopo aver installato Laragon in basso a sinistra cliccare su AVVIA TUTTO per mettere in moto i servizi dopodichè in basso sulla barra delle applicazioni a destra comparirà una iconcina azzurra dove andremo a fare tasto destro scegliendo l’opzione creazione veloce e wordpress dai menù a tendina che si apriranno. Verrà generato un indirizzo http://magomerlino.test/ alla fine dell’ installazione per generare la configurazione e quindi si proceda scegliendo lingua e parametri di collegamento con admin e password da scegliere. Una volta dentro inizio a ragionare sulle pagine che voglio vedere e quindi in particolare vorrei una pagina introduttiva che mi parla del film e dei temi che affronta in generale con una sinossi allargata, poi voglio un link che parla della regia, poi voglio un link che parla degli attori, poi voglio un link che parla della produzione in generale e dati vari come quanto è costato il tutto, quanto ha incassato, se ci sono storie interessanti da citare e infine metterò un link ad aforimi ed eventualmente un altro a video, quindi riassumento le pagine nuove da creare una volta eliminate le vecchie saranno per questo progetto di prova sei: movie, regia, attori, produzione, aforismi, video (da prelevare da you tube). Si proceda quindi in tal senso! A questo punto andiamo a lavorare sui plug-in eliminando quelli di default e andando a mettere i nuovi TIMBER e Advanced Custom Field e li attivo. Dopodichè vado a personalizzare in lettura (quindi IMPOSTAZIONI LETTURA) la pagina statica definendo la home e i post (nel mio caso per post scelgo blog) e salvo le modifiche. Poi vado in menù , ne creo uno nuovo assegnandogli un nome e seleziono le voci di menù corrispondenti alle pagine. Una volta creato il menù sulla destra riordinerò a seconda delle mie priorità l’ordine da mostrare a video. Bene a questo punto la fase di amalgama degli ingredienti con l’impastatura è fatta. Adesso bisogna creare il tema vero e proprio, cosa che affronteremo in una seconda puntata dopo esserci annotati gli aspetti salienti della prima, perchè come dice mago Merlino in Exalibur: “la maledizione degli uomini è che essi dimenticano”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: